© ECA _ Via Gaspare Bugatti 5_ 20144 Milano _ studio@colonna-architetti.com

FARE CITTA' PROGETTANDO UN EDIFICIO

MILANO [PORTA ROMANA]

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DELL’ARCHITETTURA 3

A.A. 2014/2015 – 2015/2016 – 2016/2017 – 2017/2018

 

Nel corso viene affrontato in maniera consapevole il progetto d'architettura in tutte le scale necessarie alla sua costruzione, da quella urbana a quella della sua risoluzione corporea, considerando come indispensabile e prioritario il suo originarsi da una efficace lettura e proposta di articolazione dello spazio aperto collettivo, unico condensatore di senso civile, sociale e d'appartenenza.

Gli studenti sono chiamati a progettare un edificio di completamento all'interno della sedimentata città storica, racchiusa nelle mura spagnole milanesi. In esso, visto la vicinanza di importanti centri universitari e sistemi ospedalieri, è stato sviluppato il tema della residenza di tipo speciale, quali studentati, sala biblioteca, appartamenti temporanei per familiari di degenti, sistemi di co-working, etc.

Il lavoro progettuale dovrà indagare la possibilità di contribuire a “costruire” urbanità (città) attraverso il progetto di un solo corpo architettonico e del suo intorno, perseguendo la modalità di un costruire “relazionale”, pregno del concetto oramai perduto di coralità, seppur mutuandolo attraverso necessarie declinazioni contemporanee.

EMENDARE TERRITORI TESSENDO RELAZIONI

CARPI – SOLIERA – NOVI/ROLO

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE FINALE

A.A. 2014/2015 – 2015/2016 – 2016/2017 – 2017/2018

 

Il Laboratorio, intende offrire le proprie riflessioni, il proprio sguardo vasto ma operativo, a quelle amministrazioni che ne colgano l’occasione di lungo respiro.

Dopo le feconde collaborazioni con le Amministrazioni di Morbegno (SO), Soliera (Mo) e Merone (CO), da due anni il Comune di Carpi (MO) ha attivato un rapporto di collaborazione con il nostro gruppo di ricerca che ha già portato alla condivisione di proposte e suggestioni sviluppate dagli studenti. S’intende perciò proseguire nell’indagine e nella scoperta di aree potenzialmente propulsive per sviluppi sostenibili (in senso non esclusivamente tecnocratico, come oramai capita di sentire, ma in termini sociali, civili, di organizzazione conviviale dello spazio urbano), in cui ipotizzare nuove relazioni.

L’esplorazione progettuale consiste nella realizzazione di planivolumetrici che diano conto delle relazioni a vasta scala individuate, e un approfondimento a scala architettonica su un edificio all’interno di esso sviluppato in maniera individuale. 

GENERARE CENTRALITA’ TRA PAESAGGIO E CITTA’

CHIARAVALLE MILANESE

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DELL’ARCHITETTURA 1

A.A. 2013/2014 – 2012/2013 – 2011/2012 – 2010/2011 – 2009/2010 – 2008/2009

A partire dalla conoscenza della strutturazione stratificata del territorio di un'area in adiacenza a Milano, individuandone gli elementi identitari e costituenti su cui poter far germogliare nuove spazialità umanizzanti, lo studente è chiamato ad interrogarsi su come “fare tesoro” di queste potenzialità per l’intera compagine, costituendone nuova struttura, e non privatizzandola come troppo spesso avviene. Partendo perciò dallo studio di un edificio monofamiliare di A. Loos precedentemente approfondito, e riconoscendone le scelte e gli statuti di senso che ne costituiscono fondamento, lo studente si dovrà misurare con la progettazione, in un lotto all'interno della compagine prescelta, di un edificio plurifamiliare, composto da sette unità abitative, che, traendo senso e forza dalla configurazione delle relazioni strutturanti da ritrovare/inaugurare nel luogo, non tradendo il senso primigenio della matrice di partenza, sia in grado di leggere e fecondare le notevoli risorse presenti. Nel solco del percorso suggerito nel laboratorio, lo studente dovrà all'unisono simultaneamente concepire il senso della configurazione dei volumi a partire dalla cura dell’abitare e degli spazi aperti collettivi per dare nuova linfa al borgo.

ABITARE NEL PAESAGGIO - ABITARE IL PAESAGGIO

LINZANICO – TORCHI BIANCHI

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DELL’ARCHITETTURA 1

A.A. 2013/2014 – 2012/2013 – 2011/2012 – 2010/2011 – 2009/2010 – 2008/2009

 

In un territorio con una presenza paesistica rilevante, lo studente è chiamato a progettare, attraverso la realizzazione di plastici, una casa unifamiliare in cui gli spazi del vivere quotidiano siano relati direttamente sia alle ragioni dell'abitare dall'”interno” (A. Loos) sia ai forti legami individuati con le notevoli preesistenze paesistiche strutturanti il territorio. L'esercitazione ha come scopo ultimo il depositare nello studente la consapevolezza della responsabilità che costruire una casa non significa solamente edificare un volume, ma costruire e modificare quel mondo collettivo che è il paesaggio stesso. L’indispensabile sviluppo e percorso di consapevolezza del legame tra spazialità e tettonica (corretto uso dei materiali e delle tecniche di costruzione) verrà sviscerato, sempre su questa esercitazione, nel secondo semestre attraverso la collaborazione delle diverse discipline.